Benvenuto ti trovi in: Home Page -> Comune Informa
Martedì, 19 Settembre 2017

Ultime News

Lunedì, 27 Febbraio 2017
Valerio Massimo Manfredi a Fondi per l’“Incontro con l’Autore”: Giovedì 2 Marzo 2017, ore 10.00 - Palestra dell’ITE “Libero de Libero”

Fondi, 27 Febbraio 2017

AGLI ORGANI DI STAMPA

 

Giovedì 2 Marzo p.v., alle ore 10.00 nella Palestra dell’ITE “Libero de Libero” di Fondi, in via San Magno, avrà luogo il momento conclusivo del Progetto “Incontro con l’Autore”, giunto alla XVII edizione. Protagonista dell’incontro sarà uno dei più noti scrittori italiani: Valerio Massimo Manfredi.

L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Fondi e sarà aperta dai saluti dell’Assessore alle Politiche della Scuola Beniamino Maschietto.

Dopo essersi laureato in Lettere Classiche all’Università di Bologna, Valerio Massimo Manfredi è subito entrato nel mondo dell’archeologia, specializzandosi in topografia del mondo antico all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ha insegnato nella stessa Università dal 1980 al 1986, per poi iniziare un’intensa carriera accademica prima all’Università di Venezia e in seguito presso prestigiose Università americane fino alla Loyola University of Chicago, all’École Pratique des Hautes Études della Sorbona di Parigi e alla Bocconi di Milano. Ha condotto spedizioni archeologiche in molte località del Mediterraneo. Saggista, giornalista, sceneggiatore e brillante divulgatore, si è affermato come scrittore di grande successo internazionale con la trilogia “Aléxandros”. Tra i suoi saggi: “La strada dei Diecimila” (1986), “Le isole fortunate” (1990); con Luigi Malnati “Gli Etruschi in Val Padana” (1991); con Lorenzo Braccesi “Mare greco” (1992) e “I greci d’Occidente” (1996); con Vencenslav Kruta “I celti d’Italia” (1999). Tra le sue più recenti opere di narrativa si ricordano: “Il tiranno” (2003), “L’impero dei draghi” (2005), “L’ultima legione” (2007), “Idi di marzo” (2008), “Otel Bruni” (2011), la trilogia “Il mio nome è Nessuno” (2012-2014). Ha scritto inoltre la sceneggiatura di “Gilgamesh” e adattato per il cinema “Le memorie di Adriano” di Marguerite Yourcenar, che John Boorman avrebbe voluto portare su grande schermo. Conduce inoltre programmi culturali televisivi in Italia e all’estero e collabora con «Il Messaggero» e «Panorama».

Gli alunni dell’ITE de Libero, delle altre Scuole cittadine e dei paesi limitrofi da sempre rispondono con entusiasmo all’iniziativa, che dà loro la possibilità di conoscere l’autore dei libri letti, ma soprattutto di ri-scoprire il piacere della lettura e di partecipare ad un incontro dove essi stessi sono i principali protagonisti.