Benvenuto ti trovi in: Home Page -> Comune Informa
Giovedì, 19 Settembre 2019

Ultime News

Venerdì, 7 Giugno 2019
Le bellezze storico-architettoniche di Fondi in onda su “AR - Frammenti d’Arte” - RAI News 24: Sabato 8 e Domenica 9 Giugno 2019

Fondi, 7 Giugno 2019

AGLI ORGANI DI STAMPA

 

Fondi approda nuovamente sul palcoscenico televisivo nazionale. Questa volta a interessarsi delle bellezze storico-architettoniche della città della piana è la rubrica “AR - Frammenti d’Arte”, in onda su RAI News 24 e condotta dal critico e storico dell’arte Costantino d’Orazio, che settimanalmente racconta i beni culturali italiani ed esplora luoghi storici e opere d’arte significative in tutto il territorio del Bel Paese.

Lo rendono noto il Sindaco di Fondi Salvatore De Meo e l’Assessore alla Cultura Beniamino Maschietto, precisando che la puntata andrà in onda Sabato 8 Giugno alle ore 13.45 e in replica alle 18.45. Nuovamente trasmessa Domenica 9 nelle edizioni delle ore 10.45 e delle 17.45, sarà disponibile anche sul sito internet www.rainews.it.

Rainews24 è visibile sul canale 48 del digitale terrestre e sul canale 508 di Sky.

Le telecamere della RAI hanno immortalato il Palazzo Caetani – il cortile, la camera picta e il “Passetto del Conte”, la passerella che unisce la dimora rinascimentale al Castello Caetani – e il duomo di San Pietro, con la cappella della famiglia Caetani che custodisce i capolavori pittorici della “Maestà con SS. Pietro e Paolo” di Antoniazzo Romano (1479) e dell’“Annunciazione tra i Santi Onorato e Mauro” di Cristoforo Scacco (1499). E ancora la chiesa di Santa Maria in Piazza - Santuario della Madonna del Cielo, il Quartiere Ebraico con i suggestivi scorci del centro storico e il complesso monastico di San Magno.

La troupe è stata accompagnata dall’Assessore all’Urbanistica Claudio Spagnardi e dal prof. Mario D’Onofrio, critico d’arte già docente di Storia dell’arte medievale alla Sapienza Università di Roma e curatore con la prof.ssa Manuela Gianandrea del pregevole volume “Fondi nel Medioevo” (Gangemi Editore, 2016). Le riprese sono state realizzate anche grazie alla collaborazione del Parco Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi.